logo pt home

Videomessaggi

 

Gruppo Consiliare Provinciale

APPUNTAMENTI

DICEMBRE 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

 

 In evidenza  

L'autonomia anima di noi trentini

Mi inserisco nel dibattito ancora una volta incentrato sullo stato dell'arte della nostra Autonomia, per sottolineare come il problema abbia quanto mai bisogno di essere guardato con lo spirito critico di chi constata che se l'Autonomia è tema di dileggio rasente il disprezzo è perché la comunità autonomistica trentina nel suo insieme l'ha impoverita fortemente senza magari neppure accorgersi. Il che a dire che l'Autonomia potrebbe morire perché chi la deve far vivere non la vive più, anzi applaude chi dice che è finita. Tutti sembriamo, infatti, sapere a grandi linee come, perché e quando è nata la nostra Autonomia, ma pochi sono consapevoli che c'è, dandola per scontata come si dà per scontata la mamma, relegata a sfondo indistinto da far emergere solo in caso di necessità ma soprattutto senza riconoscerne il reale valore. Ebbene credo che oggi la nostra Autonomia sia in pericolo non solo per fattori internazionali, economici, politici né tanto meno perché Mentana lo ha detto da un palco, ma perché non è più la carne e l'anima della gente trentina. Questo è il cuore del problema e anche, forse, la possibile speranza di rinascita. Infatti, poiché l'Autonomia non è un valore astratto ma un modo di essere della persona, di ognuno di noi, in relazione alla società civile, alle istituzioni e al territorio, possiamo pensare che abbia futuro se dalla persona nasce la spinta interiore a farla propria nel contesto della quotidianità, del lavoro, della cultura, dell'economia, della politica. In altre parole se parte la rivoluzione interiore di ogni trentino di sentirsi autonomo, di pensare come autonomista e soprattutto di agire come autonomista. Perché non vi è dubbio che i responsabili maggiori della crisi dell'Autonomia non sono "i grandi sistemi" ma coloro che la esaltano a parole ma la tradiscono nei comportamenti, nelle scelte politiche, nelle non scelte. Coloro che  sistematicamente e scientificamente demoliscono i cardini che la sostanziano, coloro che la vivono in superficie, coloro che trasmettono alle giovani generazioni non il suo vero volto ma una maschera.

Leggi tutto...

CHIACCHERE E PROVOCAZIONI: Pt RILANCIA

Nel panorama della comunicazione politica agostana un dato appare certo: PT è sotto attacco e questo al fine di sminuire la portata del progetto politico messo in campo nella conferenza stampa di luglio. La risposta alle varie provocazioni, allora, è dovuta non entrando nel merito della pochezza e della infondatezza delle critiche quanto ribadendo quelli che sono i punti cardine dell'azione politica del partito. Questo innanzitutto per due motivi. Il primo che a PT non importa inseguire la politica dei nomi né del candidato presidente né dei semplici candidati alle elezioni nazionali o provinciali perché, come è stato ribadito dal Presidente Simoni, non sono i nomi che fanno un programma politico ma è a partire dal programma che si trovano le persone chiamate a metterlo in pratica.

Leggi tutto...