logo pt home

Videomessaggi

 

Gruppo Consiliare Provinciale

APPUNTAMENTI

DICEMBRE 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

 

 In evidenza  

EUROPA SÌ, CUM GRANO SALIS.

 

La proposta politica di Progetto Trentino, per le elezioni europee del prossimo fine maggio, trova una risposta convincente nelle frasi pronunciate, nell'incontro tenutosi nella mattinata di giovedì 2 maggio al Pala Rotari, dai candidati Herbert Dorfmann e dal probabile presidente della Commissione Europea Manfred Weber, entrambi appartenenti al gruppo dei Popolari Europei. Nelle parole espresse con pacatezza e padronanza delle idee, si è riscontrata la ferma volontà di riappropriarsi da parte della politica del ruolo della responsabilità verso i popoli degli Stati appartenenti all'Unione, modificando in modo profondo gli apparati tecnocratici che con i loro metodi, hanno allontanato negli anni i cittadini dal credere in una Europa al servizio dei reali bisogni. Nella semplice frase: “essere Trentini, Italiani ed Europei non muta la radice culturale, la storia ed i valori che le persone rappresentano”, si evince la consapevolezza della necessità di un recupero di un rapporto diverso fra centralità europea e le regioni che la compongono.

Su queste basi e con un discorso che ha toccato anche gli scottanti temi del sovranismo, dell'accoglienza dei migranti e non ultimo le radici cristiane della storia europea, si è rilevata l'importanza che rivestono le prossime elezioni europee, soprattutto per una Terra come la nostra, da sempre incline all'europeismo anche per posizione geografica, ma che negli ultimi anni ha posto le proprie attenzioni più ad un conservatorismo autarchico con una politica dedita all'autoreferenzialità che ad un vero programma di apertura verso l'Europa. É stato quindi importante e significativo poter ascoltare dalla viva voce chi, con ogni probabilità, sarà alla guida dell'Europa nei prossimi 5 anni, espressioni che, sottolineate dagli applausi del numeroso pubblico, hanno esortato a seguire la strada del popolarismo e dei suoi valori, ben rappresentati, per altro, come pilastri fondanti nello statuto del movimento Progetto Trentino. La speranza è che queste elezioni europee possano rappresentare un punto di svolta, affinché anche in questa Provincia Autonoma si cominci a ragionare di politica in modo diverso rispetto ai soliti clichè del passato, sarebbe un ottimo punto di partenza, intanto un plauso all'iniziativa e che sia di vero auspicio per un futuro migliore.

Roberto Avanzi