logo pt home

Videomessaggi

 

Gruppo Consiliare Provinciale

APPUNTAMENTI

DICEMBRE 2019
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

 

 In evidenza  

ANDROPAUSA POLITICA.

Ossia: come sia difficile, oggi, collocare le proprie idee politiche identificandole con una formazione politica e/o con coalizioni di governo. Cambi di casacca e astensionismo ne sono un sintomo preciso. Per non fare del sessismo, certamente non solo per gli uomini: anche sulle donne pare che la sindrome abbia una certa incidenza. A soffrirne in modo evidente i partiti di centro, basti guardare al panorama europeo, ma riducendo il contesto al Bel Paese e poi al Trentino emerge con chiarezza la difficoltà di quel popolarismo, da molti invocato, che non trova terreno fertile nell'elettorato. Sfogo, polemica, provocazione e di conseguenza frustrazione non devono però avere il sopravvento sul ragionamento politico delle scelte, il con chi stare, nelle sue ragioni di leggi elettorali maggioritarie, diviene contestuale alle situazioni. Non confondendo gli interessi primari, ma proiettando futuribili costruzioni attraverso decisioni che, anche se all'apparenza possono sembrare contraddittorie, cercano di portare alla reale costruzione di quella forza politica identificabile come centrista. Ricordando quanto sia difficile costruire dalle macerie (e non sulle) utilizzando il “materiale frammentato” dalle continue diaspore, il passato difficilmente ritorna, lo sforzo per riportare in auge una identità politica rispondente ai canoni di una forza politica popolare autonomista, non dimenticando convintamente europeista, necessita di uno sforzo maggiore, notevole e  non privo di rischi, perché laddove la fase è quella progettuale, troppo spesso molti soggeti coinvolti aspirano ad esserne protagonisti con le proprie declinazioni, di consegueza eventuali accordi e condivisione di percorsi diventano molto complicati. Con l'avvicinarsi delle elezioni amministrative in Provincia, le criticità all'interno dei partiti piu piccoli,  sembrano acuirisi: nasce il tutto dalla affannosa ricerca di un ”posto al sole” o solo esclusivamente dal convincimento di essere i veri depositari degli interessi della cittadinanza?

Tendenzialmente sarei orientato per la prima ipotesi scartando posizioni infarcite di retorica democratica, quale sale della politica. Perciò ritengo che sia opportuno, con tutte le difficoltà del caso, perseguire l'intento senza tentennamenti, aumentando lo sforzo per un contributo costruttivo da parte di tutti gli interessati, evitando di indirizzare energie esclusivamente alla sterile polemica delle appartenenze e dei valori. La andropausa politica si combatte non solo con la partecipazione e l'impegno, ma con il coraggio e la speranza.

Roberto Avanzi