logo pt home

Videomessaggi

 

Gruppo Consiliare Provinciale

APPUNTAMENTI

GIUGNO 2020
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

 

 In evidenza  

PROPOSTE PER L’AVVIO DELLA FASE 2 A ROVERETO

Questa fase di quarantena e di fermo per le aziende, per i negozi, per gli autonomi, per gli artigiani e per i liberi professionisti, che è in corso da più di un mese e mezzo, e dalla fine incerta, ha comportato gravissimi danni per chi deve fare affidamento solo sul proprio lavoro per riuscire a portare a casa uno stipendio, quindi per far vivere se stesso e la propria famiglia! Normalmente le partite iva, l’ultimo trimestre dell’anno sono tempestate da una vastità di scadenze, tra cui anche l’anticipo di una tassa; purtroppo in molti casi queste scadenze ripuliscono tutti i conti ed i primi mesi del nuovo anno non sono mai molto felici…

Pertanto ad oggi, questa categoria silente perché da sempre abituata a rimboccarsi le maniche, non naviga in buone acque, infatti anche lo Stato non ha fatto nulla di concreto per aiutarle le partite iva! Si consideri che l’indennizzo di 600 Euro per il mese di marzo, che deve ancora arrivare, spetta solo a chi ha un reddito inferiore a 35’000 Euro, quindi non premia chi ha un buon comportamento dal punto di vista fiscale! Quello che spetta a diverse di queste categorie è a dir poco terribile: le vendite on-line hanno preso ancor più piede ed anche i meno avversi alla tecnologia, comprano sul web. Le attività ricettive non hanno la minima idea di quello che succederà e su che onerose precauzioni dovranno attuare, oltre la riduzione della capacità ricettiva e la paura che giustamente il consumatore ha.

In questa quarantena moltissimi dipendenti, anche pubblici, hanno usato le proprie ferie, rinunciando ad un loro sacrosanto diritto! Chi rimane senza ferie non può andare in vacanza, quindi non può essere promotore di economia nel turismo. Il quadro a mio avviso è devastante e gli effetti negativi del COVID 19 hanno risparmiato ben poche e fortunate persone: che forse non si rendono nemmeno conto della situazione in cui siamo! Penso che chiunque si occupi di politica deve sforzarsi e pensare qualche proposta concreta e velocemente realizzabile da avanzare a chi ha il potere di mettere in campo qualcosa. Sono assolutamente contrario al fatto di perdere tempo con tavoli, unità operative o commissioni che non fanno altro che evitare una razionale soluzione ai problemi e non fanno altro che dilatare i tempi per la partenza delle misure: questi giorni ci hanno insegnato che se una cosa si deve fare, si può fare anche utilizzando canali alternativi tipo mail, pec, Skype, ...

 

Quindi il mio contributo lo voglio dare inviando le mie riflessioni alla Giunta comunale di Rovereto.

- assegnazione lavori a ditte roveretane: tutti i lavori assegnati in economia e senza gara vengano affidati a ditte di Rovereto. Purtroppo dall’analisi degli atti d’impegno della spesa (determine dirigenziali) si nota che solo il 28 % dei lavori sono consegnati a ditte o professionisti con sede all’interno del Comune. Il 19 % a ditte di Trento e il 12 % fuori provincia. Pochi sono i casi in cui si necessita di maestranze o liberi professionisti non presenti a Rovereto. Si proceda, magari con l’Agenzia delle Entrate al censimento delle partite iva con sede nel Comune e a rotazione si coinvolgano aziende, artigiani e tecnici liberi professionisti di Rovereto!

- servizio psicologico/fisioterapia ad anziani soli: gli anziani che vivono da soli stanno passando giorni terribili. I dati ci dicono che purtroppo il virus è spietato con le persone anziane ed è comprensibile la paura che lo stesso incute su di loro. Figli e nipoti non possono fargli visita e ritengo vada tutelato il loro piano psicologico. A Rovereto ci sono molti bravi psicologi in libera professione che purtroppo è dai primi di marzo non possono lavorare… Si potrebbe conferire loro un incarico da 5’000 Euro a testa (oneri fiscali esclusi) affinché tengano qualche colloquio a un numero di anziani che vivono soli che saranno rilevati dall’Ufficio Anagrafe. Il tutto potrà avvenire via telefono o con appuntamento e potrebbe essere un impegno di circa 120 ore totali per psicologo.

La stessa cosa potrebbe essere fatta con dei fisioterapisti in libera professione che seguano gli anziani che hanno dovuto interrompere il loro percorso di riabilitazione di fisioterapia.

Così si potrebbe dare un utile servizio a persone che stanno vivendo male questo periodo e si andrebbe ad aiutare due categorie in difficoltà.

- accessi gratuiti ai musei cittadini e promozione aziende del territorio: la stagione turistica sarà sottotono sul vicino lago di Garda, a Rovereto purtroppo non saprei chi potrebbe venire… Le attività di bar, ristorazione e alberghiera sono ferme da quasi due mesi e ne avranno per un altro mese… un quarto di anno buttato via, con le medesime uscite dell’ intero anno. Si potrebbe emettere una promozione da pubblicizzare tramite l’APT e via web (Facebook, Instagram, …) consistente nel concedere l’ingresso gratuito a tutti i musei cittadini previa presentazione di una ricevuta di consumazione effettuata presso un’attività con sede nel territorio comunale. Chiaramente il tutto dovrà essere gestito con un semplice sito e/o una APP, dove chi intende usufruire della promozione prenota la fascia oraria preferita in modo da gestire i flussi ed evitare gli assembramenti. Su questo sito potranno poi pubblicizzarsi a prezzo di costo, i vari ristoranti, bar, osterie,

aziende agricole del Comune e offrire il proprio tour degustazione o la propria promozione. Dobbiamo far scoprire al turista le nostre peculiarità! Culturali ed eno-gastronomiche!

- rendere gratuita la sosta per tutto l’anno 2020: gli incassi provenienti dai parcheggi a pagamento sono irrisori rispetto il bilancio comunale (170’000 € nel 2018). Quest’anno sicuramente il dato sarà fisiologicamente molto inferiore. Pertanto si propone di liberalizzare tutti i parcheggi del Comune, istituendo solo il disco orario nei parcheggi più centrali per favorirne la rotazione.

- dare il via a lavori di manutenzione: Si prevede che la scuola non inizi prima di 6 mesi da oggi: in questo tempo si compino lavori di manutenzione sugli immobili scolastici laddove essi necessitano, utilizzando procedure di affidamenti di incarichi semplici ma trasparenti, assegnadoli a ditte roveretane. All’occorrenza si potrebbe destinare qualche dipendente comunale in più alla gestione di questi lavori per non appesantire l’apparato.

Questo vale anche per strade e edifici comunali e le Circoscrizioni potrebbero essere sentinelle sul territorio nella segnalazione di richieste di interventi manutentivi.

- informatizzazione Edilizia Privata: l’Edilizia Privata di Rovereto vanta di funzionari comunali molto esperti, seri e competenti. Siamo però un po’ indietro con l’informatizzazione del settore. In questo mese loro sono stati velocissimi e si sono organizzati (da autodidatti) nella raccolta delle pratiche edilizie via pec e addirittura sono state effettuate ben due Commissioni Edilizie. Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione ai Comuni che aderiscono, il sistema SUAP che allo stato attuale funziona molto bene e ha superato le lacune iniziali.

Si avvii questa “rivoluzione” in modo che si limitino gli accessi agli sportelli per la mera consegna delle pratiche. Il personale potrà lavorare tranquillamente e non ai ritmi esagerati che sta lavorando ora, il libero professionista perderebbe meno tempo in consegne e si eliminerebbe dalla strada qualche auto.

Il SUAP si potrebbe gradualmente attivare anche per anagrafe, attività economiche, eccetera.

- azzeramento delle tasse comunali per l’anno 2020: si provveda ad azzerare le tasse comunali previste per l’anno 2020 a carico dei cittadini. Si, azzerare… Perché ritengo che la sospensione e la proroga all’anno successivo significhi rendere molto pesante anche il 2021.

L’IMIS è soggetto al rispetto di direttive provinciali, tuttavia il Comune dovrà far leva con la Provincia affinché si possa sospendere l’IMIS di quest’anno per i negozi aperti, presenti su tutto il territorio comunale e i terreni edificabili dove è in vigore, alla data del 1 marzo 2020 un Permesso di Costruire.

- riduzione dei costi della spesa corrente e attenzione agli investimenti: come in una famiglia (saggia) che stenta ad arrivare a fine mese, si taglino il più possibile le spese non indispensabili alla gestione della macchina e la mia proposta è quella di eliminare ogni stipendio o rimborso a tutti gli eletti (Consiglieri, Assessori, Sindaco, Presidente del Consiglio) a partire dal giorno 3 maggio, data in cui questo Consiglio doveva cadere. Questa proposta andrebbe estesa all’intera Provincia Autonoma di Trento.

Gli investimenti invece andranno fatti in maniera oculata vista la situazione economica in cui versa l’intera nazione. Sono certo che nei prossimi anni il gettito fiscale che tornerà in Provincia sarà molto molto inferiore, è in scadenza anche il patto di garanzia nel 2022 e da allora si prevede una riduzione di circa 200 milioni di euro. Si attuino solo gli investimenti che facciano muovere l’economia locale e si annullino, se non sono ancora state compiute, le compravendite immobiliari dei due piani della palazzina della Polizia Locale e dell’ampliamento dell’Ostello della Gioventù.

- riduzione delle corse del trasporto pubblico: anche prima della pandemia vedevamo diversi tram completamente vuoti negli orari centrali della mattinata e del pomeriggio. Inoltre ritengo che le persone che si muovono in questi orari non abbiano particolari urgenze e lo spostare di 20 minuti una commissione, non gli cambierebbe niente. La proposta è quella di dimezzare le corse prima delle 7.00, tra le 9.00 e le 12.00, tra le 14.00 e le 16.30 e dopo le 18.30, lasciando invariato il numero di corse nei restanti orari per permettere ai lavoratori il servizio. Si risparmierebbe, si alleggerirebbe il traffico, quindi l’inquinamento.

Tito Parisi

Consigliere Comunale

Newsletter

Iscriviti ora! Riceverai in anteprima tutte le notizie di progetto Trentino
Privacy e Termini di Utilizzo