logo pt home

 

 In evidenza  

PT CONDANNA IL VANDALISMO ALL’EX BIMAC

Il gruppo roveretano di Progetto Trentino condanna il terribile atto vandalico compiuto ai danni del complesso ex Bimac nel quartiere Santa Maria di Rovereto!
Uffici, abitazioni, parcheggi dopo troppi anni di attesa erano prossimi ad essere consegnati quando qualcuno ha preferito “mandare in fumo” più un milione di euro di lavori e spostare ancora le consegne di mesi!
Di fronte ad un atto di eccezionale gravità PT chiede immediate azioni investigative volte a scoprire i responsabili e pene commisurate ai danni provocati alla collettività.

Questa come altre vicende analoghe ci portano a dire che qualcosa nella politica e nell'amministrazione roveretana non ha funzionato.

Non a caso periodicamente Rovereto è teatro di atti vandalici: cabine elettriche e tralicci incendiati, pompe di benzina tagliate, perfino un assalto al Consiglio Comunale nell’aprile 2019. In questi casi gli attori sono sempre stati identificati ma, ahimè non sono mai stati puniti. E questo solleva molti interrogativi!
Ci lascia, poi, alquanto perplessi l'intervista rilasciata subito dopo l'accaduto dal Sindaco Valduga quando dice “spero che venga fatta un’indagine e si comprenda cos’è accaduto”, e ancora “speriamo si riesca a capire le cause di quanto accaduto, i motivi”.
Non é di speranza che in questi casi c'è bisogno ma di fermezza nella ricerca dei colpevoli e certezza nella conseguente condanna. 


Bisogna agire e allora ci chiediamo perché ITEA ha già sporto denuncia e il Comune di Rovereto no?
Questo gesto ignobile che provoca danni enormi all'intera collettività non può essere liquidato con le parole usate dal Sindaco Valduga. Qui non si tratta di voler capire le ragioni di un atto che ragioni non ha se non l'uso indiscriminato della violenza per minare la convivenza pacifica e democratica di una citta operosa.
Qui non si tratta di capire ma di riportare ordine eliminando alla radice un modo di agire contrario alla legge.

E per la sicurezza, nel quinquennio valdughiano non abbiamo visto nulla di concreto: solo proclami e qualche astratta “task forse”.
Abbiamo letto poi che non tutte le telecamere della zona funzionavano la notte del disastro così l'illuminazione pubblica.
Troppe manchevolezze e troppa sottostima di un fenomeno delittuoso che richiede azioni politiche di ben altre attenzione e fermezza. Rovereto chiede legalità, sicurezza, certezza della pena e PT si attiverà in tutte le sedi opportune affinché il diritto dei cittadini a vivere una città civile sia garantito!
Tito Parisi

Newsletter

Iscriviti ora! Riceverai in anteprima tutte le notizie di progetto Trentino
Privacy e Termini di Utilizzo