logo pt home

 

 In evidenza  

PER I MIRACOLI CI STIAMO ATTREZZANDO?

A volte capita, in questo che è un autentico bailamme, per non dire marasma, di non capire cosa sia una vera competizione elettorale, ammetto son troppo ignorante. Nella ex capitale dell'autonomia, dove pochissimi ricordano la storica frase: Los von Trient e le sue conseguenze, si sta consumando una campagna elettorale stanca, quasi avulsa dagli interessi reali.

I candidati legati ai rissosi e contraddittori partiti nazionali si dilettano nel paventare idilliache soluzioni, possessori di quella bacchetta magica che tutto può e tutto trasforma in oro. I re Mida de noialtri si divertono a risolvere, sulla carta, ogni problema, beati loro!

Nei consunti corridoi della politica si dice che i programmi non interessano a nessuno, tanto meno a quelli che si recano alle urne. Promettere non costa nulla, non mantenere, visto che pochi ricordano, ancora meno. Dopo le lezioni vige la legge non scritta, ma applicata di frequente, del chissenefrega!

La legge elettorale obbliga a presentare un programma quando si depositano le liste, a che serve? Vorrei citare un noto politico, un certo Cetto Laqualunque: "ad una beata minchia".

Eppure, lo dico con una certa cognizione di causa, c'è chi si impegna a studiare, scrivere, proporre pur nella consapevolezza che probabilmente tutto sarà inutile.

Trento di che cosa ha bisogno? Non certo di "nuovi" netturbini, quelli che ci sono mi sembrano molto professionali, tanto meno di una raccolta differenziata dove i voti contano a seconda di chi li esprime. Mancava una nuova branca di razzismo in politica il famoso voto utile e il voto inutile, fantastica affermazione di democratico civismo.

A Trento sentendo certe interviste non manca nulla, è il paradiso, sembra di essere ai castelli romani dove ci sono le fontane che danno vino... Quant'abbondanza c'è..., ma per piacere!

Come andrà a finire? Il sondaggio, l'ultimo, che non si pubblica, ma si fa girare anche ai giornalisti magari per compiacersi di un titolo ad effetto, dice che Janeselli non vincerà al primo turno, Carli e Merler alla pari con un certo distacco quasi 15 punti, ad una quota interessante viene data la Zanetti! Merito del suo programma?? Attendiamo con poca ansia il 20 settembre, prima vengono ben altre preoccupazioni, il 14 aprono le scuole, come? Ad oggi non è dato a sapersi, niente bacchetta magica, mannaggia, e per i miracoli? Quelli sono ad uso e consumo solo della sinistra, pace e amen.

Roberto Avanzi

 

https://www.facebook.com/progetto.trentino

Newsletter

Iscriviti ora! Riceverai in anteprima tutte le notizie di progetto Trentino
Privacy e Termini di Utilizzo