PT News 112-2016

 

logo progetto trentino

 
Domenica, 24 Marzo 2019 PT-News 112        
    
   

Cara/o Visitatore

 

Tempo di scelte.
a cura di Avanzi Roberto.


In un articolo su un giornale on line, ho letto che  Progetto Trentino sarebbe destinato all'oblio, previsione alquanto catastrofica, comunque, possibile che accada. Nello stesso articolo, mi sembra di capire, ci sia espresso un invito a dialogare. Fuor di polemica, mi sembrano due concetti in contraddizione fra loro, in parole semplici: dialogare con chi non conterà nulla, in politica ha poca utilità.
Capire oggi cosa fare esattamente per attrarre consenso sembra un esercizio assai complicato, non solo per il nostro movimento, ed è verissimo che avere un partito di riferimento nazionale abbia una valenza importante.
Nel bene o nel male, l'evoluzione della società muove velocemente, mentre la politica ha nel suo dna un andamento molto più lento che la porta ad essere sempre in ritardo.
I meccanismi che regolavano un tempo il rapporto fra elettori e partiti sono stati quasi del tutto superati e non garantiscono più la certezza del risultato.
L'esito del referendum ha sancito alcune cose importanti, soprattutto in Trentino, il problema sta proprio nel capire se il risultato potrà avere un seguito politico oppure no.
Oggi prima di fare delle scelte è quanto mai necessario, ragionare, confrontarsi e discutere alla ricerca di una linea politica che sappia coniugare ed interpretare le reali necessità ed è quello che in questi giorni sta facendo Progetto Trentino.
Uno dei molti aspetti in discussione è proprio il superamento delle contrapposizioni ideologiche, ha ancora senso parlare di centro, centro destra, centro sinistra, potrebbe essere per alcuni un tema dirimente, di fatto proprio il voto referendario ha dato delle risposte, ma su altri argomenti non sarà così.
Presto arriverà il momento di decidere, se saremo destinati a scomparire lo faremo consapevoli di una esperienza politica straordinaria, segnata da vicende complicate, ma che ci ha permesso di esprimere valori che noi tutt'oggi riteniamo non negoziabili e imprescindibili per il nostro sentire politico.
Qual'è l'alternativa al centrosinistra autonomista per il governo del Trentino? Questo il tema a cui tentare di dare una risposta.
Siamo pronti e aperti al dialogo senza preclusioni, personalmente credo che il movimento al quale appartengo riuscirà ancora ad esprimere una sua identità politica,   proprio attraverso il rapporto quotidiano che ci lega al territorio e all'indubbia capacità di sapere ascoltare. Quanto questo potrà avere riscontro lo decideranno da un  lato la qualità del lavoro politico che faremo da qui al 2018, e dall'altro gli elettori.

Trento, 18 dicembre 2016.
                                                                              Segreteria Organizzativa

 

 

 

 

 

--

www.progettotrentino.it |  follow us fb icon

 

Powered by AcyMailing